Condannato per violenza sessuale con minorenne, da Roma si rifugia a Piraino: arrestato

Da Roma arriva fino alla provincia tirrenica messinese per sfuggire all’arresto a seguito di una condanna definitva per il reato di atti sessuali con minorenne, commesso a Roma nell’estate del 2014. Ma i Carabinieri della Stazione di Gioiosa Marea lo hanno stanato e arrestato. Si tratta del 59enne S.G., di origine calabrese e residente a  Roma.

I Carabinieri hanno avuto notizia della presenza in zona di una persona destinataria di un provvedimento di carcerazione e grazie all’approfondita conoscenza del territorio, attraverso servizi di osservazione e di controllo, ai militari dell’Arma sono bastate poche ore per rintracciare ed assicurare alla giustizia S.G., che si era allontanato da Roma per sfuggire all’esecuzione della condanna definitiva emessa a suo carico. L’uomo, ricercato dalla fine dello scorso mese di settembre, si era rifugiato in provincia di Messina, sulla costa Saracena, sperando di passare inosservato, ma i Carabinieri lo hanno localizzato ed arrestato presso l’abitazione di alcuni lontani parenti, nel comune di Piraino.

Alla vista dei militari, resosi conto di essere stato scovato, l’uomo ha accusato un lieve malore e, pertanto, è stato sottoposto ad accertamenti sanitari presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Patti (ME). S.G., al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto, dove dovrà scontare la pena di 3 anni e 8 mesi di reclusione.