Gli sparano e incendiano un’auto nelle campagne di Tipoldo, indagano i Carabinieri

Un grave fatto di sangue si è verificato stamane nelle campagne di Tipoldo una frazione collinare  della zona sud di Messina a 399 metri d’altitudine sui monti Peloritani, tra Mili San Pietro e Larderìa Superiore, che conta solo 289 abitanti.

Un 22enne è stato attinto da tre colpi di fucile da caccia a pallini e un’auto è stata data alle fiamme.  Qualcuno ha notato l’auto in fiamme e ha allertato i Vigili del fuoco.

I pompieri, giunti sul posto per domare l’incendio, hanno notato l’uomo riverso in una pozza di sangue. Pertanto sono stati avvisati i sanitari del 118 e i Carabinieri. L’uomo è stato immediatamente trasportato in codice rosso presso il Pronto soccorso del Policlinico di Messina.

Da una prima ricostruzione dei fatti, è emerso che il giovane, in compagnia di un amico, avrebbe incrociato un cacciatore di 71 anni che gli avrebbe sparato, al culmine di una lite. La Panda incendiata è di proprietà del cacciatore, mentre a poca distanza dal fatto di sangue, è stata rinvenuta la Fiat Punto del giovane. Il cacciatore è stato rintracciato dai Carabinieri e portato in caserma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *