Non accetta la fine della storia, la minaccia e terrorizza con atti intimidatori

Trentadue anni, di Milazzo, non ha accettato la fine del rapporto sentimentale con la convivente perseguitandola per mesi con messaggi telefonici e mail, appostamenti e atti intimidatori.

Non ha esitato a distruggerle il telefono cellulare e a minacciarla qualora avesse scelto di denunciarlo. Ma la donna, spaventata, ha chiesto aiuto alla Polizia di Stato e raccontato quanto era costretta a subire da tempo.

Ieri l’ennesimo tentativo di avvicinare la ex: al suo rifiuto, l’uomo l’ha prima insultata pubblicamente, successivamente l’ha seguita a bordo della sua autovettura sterzando improvvisamente come a volerla investire. A seguire e a testimoniare la manovra pericolosa, i poliziotti del Commissariato di Milazzo che lo hanno raggiunto e arrestato. I successivi accertamenti hanno confermato che il 32enne era alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari.