Trovato e recuperato in mare il cadavere del sottufficiale Aurelio Visalli

E’ stato recuperato stamane il cadavere del sottufficiale Aurelio Visalli di 40 anni, che ieri si era recato a Milazzo per soccorrere un 15enne risucchiato al largo dalla furia delle onde del mare. Il militare insieme a un collega ha provato a lanciare il salvagente al ragazzo, senza riuscirci, poi durante un lancio pare sia stato trascinato dalle onde ed abbia perso i sensi poco dopo. Il ragazzo è riuscito ad aggrapparsi alla boa e successivamente tratto in salvo, mentre del sottufficiale si erano perse le tracce.

Sul posto era arrivato un aereo della Guardia costiera che ha sorvolatola lunga litoranea di ponente ed una motovedetta d’altura ha lasciato gli ormeggi a Lipari. Un rimorchiatore aveva mollato gli ormeggi dal porto di Milazzo, però, si è dovuto arrendere a Capo Milazzo, per il forte vento e le onde che hanno raggiunto i 6-7 metri metri di altezza. Il corpo era stato avvistato in mare, poi è scomparso. Stamane il tragico ritrovamento da parte di una motovedetta della Guardia Costiera, sempre nella zona di Milazzo. Aurelio Visalli lascia moglie e due figli, un maschio di 11 anni e una femmina di 6 anni.