Arrestato l’assassino del regista messinese Gianfranco Serraino

Svolta nell’omicidio del regista messinese Gianfranco Serraino avvenuto a Los Angeles. La Polizia ha fermato un 34enne pugile ex marine, accusato di aver accoltellato il suo coinquilino. L’uomo, infatti, condivideva l’appartamento con altre quattro persone tra cui Gianfranco Serraino. Sembra che sia stato un raptus dettato dalla gelosia a far compiere il terribile gesto all’omicida.

La ricostruzione dei fatti fornita dal fratello Giorgio, è diversa da quella che era trapelata nell’immediatezza dell’omicidio: “Mio fratello si trovava a casa assieme ad un amico quando ha ricevuto la notizia di un finanziamento grazie al quale avrebbe potuto produrre il suo prossimo lavoro. Doveva essere un giorno lieto -spiega il fratello del regista-, invece l’amico che era in casa con lui si è allontanato per andare al supermercato e acquistare cibo e bevande per festeggiare la notizia, al suo rientro ha trovato Gianfranco senza vita. Non era invece in corso nessuna festa come è stato erroneamente riportato”. Un solo colpo al petto ma fatale per Serraino: “L’esito tragico che ha coinvolto Gianfranco sembra dunque essere avvenuto in circostanze completamente accidentali”.