Guardia Costiera salva un natante in avaria al largo di Milazzo

Nella giornata di sabato, è pervenuta alla sala operativa della Guardia Costiera di Milazzo una richiesta di soccorso da parte di un natante da diporto, di circa 6 metri di lunghezza, alla deriva al traverso di Capo Milazzo.

Il natante ha richiesto soccorso con l’utilizzo di un razzo rosso, rimasto alla deriva a causa di una avaria al motore e non avendo più la possibilità di governare. La Guardia Costiera, pertanto, ha immediatamente disposto l’intervento del battello GC A64 che ha raggiunto il natante in difficoltà, conducendolo in sicurezza presso il primo porticciolo utile.

Non sono mancate le attività di controllo e vigilanza sul rispetto delle prescrizioni di sicurezza contenute nell’ordinanza balneare, in questo caso il personale del gommone della Guardia Costiera di Milazzo, ha elevato due sanzioni amministrative a carico dei conduttori di moto d’acqua, uno per avere navigato sotto costa, all’interno dell’area destinata esclusivamente alla balneazione e l’altro in quanto privo di patente nautica.

Continua, inoltre, l’attività di vigilanza all’interno dell’Area marina protetta “Capo Milazzo” per verificare il rispetto del vigente disciplinare adottato dall’ente gestore. Nel fine settimana le unità della Guardia Costiera hanno accertato l’ancoraggio in area non consentita di due unità da diporto, procedendo all’elevazione della relativa sanzione amministrativa.

Personale della Guardia Costiera di Milazzo ha effettuato, inoltre, un intervento presso il Comune di Rometta con il supporto del Comando della polizia locale e dell’amministrazione comunale, procedendo alla rimozione ed al sequestro di ombrelloni, sdraio ed attrezzature balneari di vario tipo che occupavano permanentemente un tratto di litorale. L’area interessata è stata restituita alla pubblica e libera fruizione dei bagnanti.

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Milazzo nel confermare la propria presenza lungo il litorale di giurisdizione al fine di salvaguardare la vita umana in mare a tutela della sicurezza della balneazione, sicurezza della navigazione del diporto nonché dell’ambiente marino costiero, rammenta che il Numero Blu 1530 d’emergenza in mare è un servizio gratuito attivo 24 ore su 24 ed utilizzabile da rete fissa o mobile, e la comunicazione è ricevuta dall’Autorità Marittima presente sul territorio.