Chiosco allacciato abusivamente alle rete idrica era privo di autorizzazioni commerciali e sanitarie

I Carabinieri della Compagnia di Taormina congiuntamente ai militari del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Catania e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Messina hanno eseguito un controllo ad un chiosco-bar di Giardini Naxos (ME), gestito dal 60enne C.S., già noto alle forze dell’ordine. A seguito del controllo i Carabinieri hanno accertato che l’uomo aveva creato un allaccio abusivo alla rete idrica comunale attraverso il quale riforniva abusivamente il locale commerciale. Pertanto, al termine delle verifiche tecniche, l’uomo è stato arrestato, in flagranza di reato, poiché ritenuto responsabile del reato di furto aggravato e dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato ristretto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa di essere giudicato con rito direttissimo. Nella mattinata odierna, l’arrestato è stato condotto davanti al Giudice presso il Tribunale di Messina ed al termine dell’udienza di convalida l’arresto effettuato dai militari dell’Arma è stato convalidato e, a seguito della richiesta dei termini a difesa, il 60enne è stato rimesso in libertà. A carico dell’arrestato, inoltre, dopo un’ispezione amministrativa e sanitaria sono state elevate violazioni amministrative per la mancanza delle necessarie autorizzazioni sanitarie e commerciali, per l’ammontare complessivo di 3.310 euro.