Minaccia parenti con un coltello, intervengono i Carabinieri e scoprono allaccio elettrico abusivo

Una lite con parenti e conseguente danneggiamento di un’autovettura, è costata cara a S.K., 22enne di Barcellona P.G. che è stato arrestato, in flagranza di reato, per furto aggravato di energia elettrica, danneggiamento e minaccia grave.

La scorsa notte, nel corso di una discussione scaturita per futili motivi con alcuni parenti, il giovane ha minacciato con un coltello da cucina di grosse dimensioni i propri cugini e lo zio, danneggiando con un sasso l’autovettura di quest’ultimo. Sul posto sono intervenuti i militari della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto che, dopo avere ricostruito l’accaduto, hanno rintracciato il giovane presso la propria abitazione, dove hanno rinvenuto e posto sotto sequestro il coltello che aveva utilizzato per minacciare i parenti. Nel corso della perquisizione i Carabinieri hanno inoltre accertato che il 22enne aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica mediante un collegamento diretto alla linea esterna. L’allaccio abusivo è stato, poi, riscontrato dai tecnici della società che eroga il servizio elettrico che hanno svolto un sopralluogo sul posto.Al termine degli accertamenti compiuti, il giovane è stato arrestato poiché ritenuto responsabile del reato di furto aggravato di energia elettrica, danneggiamento e minaccia grave.

Ultimate le formalità di rito, su disposizione dal Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, l’arrestato è stato condotto presso la propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo davanti il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto.