Omicidio Raciti, Speziale trasferito nel carcere di Messina

Si terrà davanti al Tribunale di sorveglianza di Caltanissetta, in videoconferenza su piattaforma social, l’udienza sulla richiesta dell’avvocato Giuseppe Lipera di scarcerare, con l’affidamento in prova o gli arresti domiciliari, il proprio assistito Antonino Speziale, che sta espiando, dal 14 novembre 2012, otto anni di reclusione e che il fine pena, per questa sentenza, è previsto per il dicembre di quest’anno. Intanto il detenuto è stato trasferito nel carcere di Messina. Speziale è stato condannato per l’omicidio preterintenzionale dell’ispettore capo della polizia Filippo Raciti, morto il 2 febbraio 2007 negli scontri tra forze dell’ordine e ultras rossazzurri durante il derby di calcio Catania-Palermo allo stadio Massimino. Il legale, nella richiesta, sostiene che Speziale in carcere abbia tenuto una condotta regolarissima, dimostrandosi pronto per un concreto percorso di reinserimento sociale e non è soggetto socialmente pericoloso. “Auspico che questo calvario per questo povero ragazzo, anzi era un ragazzo ora è un uomo, possa finire nei prossimi giorni”, ha commentato l’avvocato Lipera.