Porta con sè un’ascia e minaccia di morte il compagno dell’ex moglie

E’ stato l’apice di un susseguirsi di reiterate minacce e vassazioni nei confronti del compagno della ex moglie e, stavolta, aveva con sè un’ascia lunga 67 cm. Per fortuna l’intervento dei Carabinieri di Santo Stefano di Camastra, ha evitato il peggio. I militari hanno arrestato, in flagranza di reato, il 41enne G.G, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori e minaccia aggravata nei confronti dell’attuale compagno della sua ex moglie, e di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

E’ stata una elefonata al 112 a segnalare una lite in corso tra due uomini. i Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti nel centro abitato di S. Stefano di Camastra ed hanno accertato che G.G, in forte stato di agitazione, aveva appena minacciato di morte un uomo, attuale compagno della sua ex moglie. Nel corso dell’intervento inoltre i militari hanno rinvenuto all’interno dell’autovettura del 41enne un’ascia lunga 67 cm. Gli accertamenti svolti dai Carabinieri hanno permesso di ricostruire come l’episodio appena accaduto, fosse l’apice di reiterate vessazioni e minacce cui la vittima era sottoposta da tempo, per motivi sentimentali.

L’arrestato, su disposizione dalla Procura della Repubblica di Patti, è stato sottoposto agli arresti domiciliari e, nella giornata di ieri, è comparso davanti al Giudice che ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri ed ha applicato all’uomo la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla vittima.