Donna picchiata e maltrattata in casa, arrestati il marito e il figlio

Una incredibile vicenda di violenza tra le mura domestiche nei confronti di una donna, ha portato all’arresto di due persone: il figlio e il marito. I due si erano resi, più volte, protagonisti in episodi di violenza e sopraffazione, per rendere la donna sottomessa ai loro voleri. Una sorta di schiavitù domestica alla quale i Carabinieri di Sant’Agata di Militello, hanno messo la parola “fine”, arrestando coloro i quali avrebbero dovuto rappresentare gli affetti più cari.

In manette sono finiti il 64enne F.P.  e il 30enne F.C.A. L’attività di indagine svolta dai Carabinieri, a seguito anche di una recente denuncia sporta dalla vittima, ha permesso di documentare una serie di condotte, che si protraggono da anni, sfociate in una lunga serie di aggressioni fisiche e psicologiche finalizzate a sottomettere la donna. Gli elementi raccolti dai militari dell’Arma hanno permesso alla Procura della Repubblica di Patti di ottenere l’emissione di una misura cautelare personale in carcere, ritenendo la vicenda contornata da fatti di rilevante gravità.

Già negli anni scorsi, la giustizia si era interessata del caso, ottenendo nel 2019 la condanna del giovane F.C.A. per una serie di maltrattamenti, perpetrati nel corso del 2018. A coadiuvare gli investigatori è intervenuta la “task force” specializzata, costituita presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Messina, per il contrasto alle violenze di genere.

Esperite le formalità di rito, i due uomini sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.