Nascondeva una pistola e munizioni in giardino, dai domiciliari al carcere

Nascondeva una pistola e relative munizioni nel giardino della prorpia abitazione. I Carabinieri, intervenuti durante un controllo delle persone agli arresti domiciliari hanno arrestato il 46enne messinese S.S., per i reati di detenzione illegale di arma e munizioni comuni da sparo e ricettazione.

I militari dell’Arma, durante il controllo, hanno notato, nel cortile antistante la porta d’ingresso dell’abitazione, alcune mattonelle che apparivano rimosse e riposizionate. I Carabinieri hanno sollevato le piastrelle, notandoche anche il terreno sottostante era stato recentemente smosso, trovando, a circa 30 cm di profondità, un involucro contenente un revolver marca “Franchi” calibro 38 e trentadue munizioni. I successivi accertamenti effettuati sull’arma rinvenuta, hanno permesso di accertare che la pistola era stata rubata nello scorso mese di marzo da un abitazione di Messina.

Il Giudice presso il Tribunale di Messina ha convalidato l’arresto effettuato dai Carabinieri e ha disposto a carico di S.S. la misura cautelare della custodia in carcere. L’uomo è stato pertanto tradotto dai Carabinieri presso la Casa circondariale di Messina Gazzi.