Nonostante il divieto di avvicinamento, minaccia di morte l’ex moglie e il compagno

Nonostante il divieto di avvicinamento, un 39enne di Caronia, continuava a minacciare di morte la sua ex moglie e non accettava che questa si era rifatta una vita. Pertanto, i Carabinieri lo hanno arrestato e sottoposto ai domiciliari. L’uomo aveva ottenuto una misura cautelare più lieve, dopo essere stato in carcere e ai domiciliari. Ma, il lupo perde il pelo…

Negli ultimi giorni, l’uomo aveva attuato nei confronti della ex moglie e del suo attuale compagno, una serie di atti persecutori, consistenti in vessazioni, minacce, anche di morte, e ripetute violazioni al divieto a cui era sottoposto.

Il divieto di avvicinamento a cui era sottoposto l’uomo, era stato emesso dal Tribunale di Patti in sostituzione delle misure prima della custodia cautelare in carcere e poi dei conseguenti arresti domiciliari, a cui era stato sottoposto per aver commesso analoghi fatti nel mese di agosto 2019. All’epoca, non rassegnatosi alla fine del proprio matrimonio con l’ex moglie e non accettando che quest’ultima si fosse ricostruita una famiglia con un’altra persona, aveva iniziato a mettere in atto una serie di gravi condotte, quali minacce e violenze, che avevano indotto le sue vittime a vivere nel terrore, in un continuo stato di ansia e paura, e che le avevano costrette a modificare le proprie abitudini di vita.

Adesso l’uomo è stato ristretto ai domiciliari, con la speranza che questa misura cautelare sia sufficiente ad evitare spiacevoli episodi.