Sparatoria al Rione Provinciale a Messina, un morto un ferito gravissimo

Oltre alle notizie in merito alla pandemia del Coronavirus, oggi a Messsina è avvenuto un fatto di cronaca gravissimo. Intorno alle 10.45 di oggi 24 marzo, Giuseppe Bucalo di 79 anni è entrato all’interno di una rivendita di Tabacchi del rione Provinciale a Messina, di fronte il rifornimento di carburanti IP, ha chiesto di acquistare dei gratta e vinci. L’ordinanza comunale lo vieta e, dopo il rifiuto della tabaccaia,  ha estratto la pistola, minacciando due donne, madre e figlia.

Quest’ultima, presa dal panico, è fuggita nel retrobottega per avvisare la Polizia. L’uomo, a questo punto, ha sparato diversi colpi di pistola alla madre e, successivamente, si è suicidato. La donna è stata ricoverata presso il Policlinico di Messina in condizioni gravissime.

L’uomo che ha sparato, aveva picchiato la moglie che non voleva uscisse di casa, e soffriva di depressione per la perdita del figlio di 40 anni, avvenuta lo scorso anno.