Colpisce la nonna con calci, pugni e schiaffi per estorcerle denaro, arrestato

I Carabinieri della Stazione di Messina Bordonaro hanno arrestato per il reato di estorsione e lesioni personali aggravate un 32enne messinese, accusato di avere aggredito la nonna più volte, per estorcerle denaro. L’anziana, disperata, ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine.

Le attività investigative dei Carabinieri hanno permesso di ricostruire in tempi rapidi come l’uomo, nel tempo, abbia costretto l’anziana nonna a cedere alle richieste di significative somme di denaro per soddisfare le proprie esigenze personali, non esitando ad aggredirla fisicamente qualora non fosse stato accontentato.

I militari dell’Arma hanno ricostruito il clima di sottomissione e paura in cui versava la donna e lo stato di avvilimento e disagio in cui è stata costretta a vivere per mesi.

L’uomo, spinto dal bisogno di denaro, a fronte delle resistenze manifestate dall’anziana, non ha esitato a compiere atti di indiscriminata sopraffazione, colpendola con calci, pugni, schiaffi e continuando ad infierire su di lei anche quando si trovava a terra. Da ultimo, all’ennesima richiesta economica negata, non esitò ad afferrarla per il collo in modo tale da farle perdere il respiro.

Gli uomini dell’Arma, coordinati dall’Ufficio di Procura, hanno ricostruito un quadro gravemente indiziario a carico dell’uomo che è stato raggiunto dal provvedimento cautelare in carcere e tradotto presso la locale Casa Circondariale con l’accusa di estorsione e lesioni personali aggravate.