Rapinano il cellulare a un minore, tre arresti, due obblighi di dimora

Lo scorso mese di novembre, un minore di Milazzo è stato aggredito e rapinato del suo telefono cellulare, perchè gli aggressori sospettavano che all’interno ci potesse essere qualcosa di compromettente riguardante la loro vita privata.

In entrambi i casi, il prezioso lavoro di indagine dei poliziotti coordinati in perfetta sinergia dalle due Procure coinvolte, quella di Barcellona Pozzo di Gotto e la Procura presso il Tribunale per i Minori di Messina, ha reso possibile la ricostruzione dei fatti e permesso di individuare le distinte responsabilità.

Al termine delle indagini, sono stati arrestati Silvana Cambria, Francesco Lo Presti (domiciliari); obbligo di dimora per Giuseppe Maiorana e Simone Italiano. Un 16enne è stato sottoposto alla misura cautelare in carcere con trasferimento presso un istituto di custodia per minori.

Sono tutti ritenuti responsabili dei reati di rapina, lesioni personali e minacce ai danni di un minore.