Principio di incendio sulla nave “Villa San Giovanni”, passeggeri trasbordati su una motovedetta

Pomeriggio intenso per la Guardia Costiera di Messina e Reggio Calabria impegnata nelle attività di assistenza e soccorso dei passeggeri a bordo della nave traghetto “Villa San Giovanni” con principio di incendio a bordo.

È stato il locale centro VTS, che ha il compito di controllare e monitorare il traffico nello Stretto di Messina, a notare nelle prime ore del pomeriggio di ieri un’abbondante scia di fumo bianco provenire dalla fiancata della nave. Una volta contattato il comando di bordo che ha confermato l’emergenza, è stato avviato il dispositivo di soccorso con l’impiego di tre motovedette della Guardia Costiera e della unità navale M03 dei Vigili del Fuoco; allertato anche un rimorchiatore di stanza nel porto di Messina.

La nave è stata raggiunta dai mezzi di soccorso e, allo scopo di prevenire e scongiurare pericoli per la vita umana, si è provveduto a mettere in salvo tutti e 22 i passeggeri trasbordandoli sulla motovedetta della classe 200 ed a sbarcarli nel porto di Reggio Calabria dove, ad attenderli, vi era personale sanitario del SUEM 118.

Il traghetto, scortato dalle unità di soccorso, è stato condotto dal rimorchiatore Megrez nel porto di Reggio Calabria, dove si è provveduto a sbarcare i mezzi pesanti presenti a bordo e ad effettuare le prime verifiche del caso.

Grazie all’azione del personale dei Vigili del Fuoco, intervenuto sul posto con il nucleo Sommozzatori e propri mezzi antincendio, si provvedeva ad ispezionare i locali interessati dall’evento e alla loro definitiva messa in sicurezza.