Associazione era in realtà una sala gioco, sanzioni della Polizia di Stato

Continuano i servizi finalizzati alla sicurezza, prevenzione e repressione del gioco illegale, allo scopo di arginare il diffuso fenomeno della ludopatia.

I poliziotti della Squadra di Polizia Amministrativa, a seguito di alcuni accertamenti effettuati dai colleghi delle Volanti, hanno effettuato controlli, con conseguente constatazione di violazioni amministrative, nei confronti di un’associazione privata. Dagli accertamenti esperiti è emerso che quella che appariva essere un’associazione, era in realtà una sala gioco. Dalla documentazione esibita dallo pseudo presidente è risultato che le persone presenti nel locale erano iscritte nel registro soci ma non possedevano le tessere di iscrizione. Nella circostanza è stato, inoltre, esibito un registro dei verbali del consiglio di amministrazione vuoto.

In un altro esercizio pubblico, autorizzato all’istallazione di apparecchi da gioco elettronici con vincita in denaro, è stato altresì accertato il loro utilizzo in orari non consentiti. L’ammontare delle sanzioni è stato pari a 3.600 euro.