Agli arresti domiciliari, spaccia cocaina in casa, la madre tenta di nascondere la droga in giardino

Dopo un controllo nei confronti di un giovane trovato in possesso di una dose di cocaina, i Carabinieri di Giardini Naxos, hanno perquisito l’abitazione del 32enne C.C., già noto alle forze dell’ordine, ed hanno rinvenuto altra sostanza stupefacente. L’uomo, che si trovava agli arresti domiciliari, è stato trasferito presso il carcere di Messina Gazzi.

I militari da giorni avevano tenuto sotto controllo l’abitazione del 32enne posto ai domiciliari, poichè sospettavano una attività di spaccio di droga. Il via vai di giovani dalla sua abitazione, ha fatto scattare la perquisizione domiciliare, circondando l’abitazione e controllando anche il retro del palazzo. Mentre i militari dell’Arma entravano in casa, la madre dell’arrestato, è stata vista uscire velocemente dall’abitazione, dirigendosi nel cortile per occultare un contenitore per alimenti dietro un muretto. I Carabinieri hanno recuperato quel contenitore appurando che al suo interno vi era del riso crudo che nascondeva 2 involucri di cellophane di colore bianco contenenti complessivamente poco meno di 10 grammi di cocaina in polvere e una dose del peso di circa 0,3 grammi confezionata nello stesso tipo di involucro termosaldato in cellophane di colore bianco che era stato poco prima recuperato addosso al giovane conducente dello scooter. Nel corso della perquisizione è stato anche rinvenuto un bilancino di precisione.

La sostanza stupefacente ed il bilancino sono stati sequestrati e C.C. è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di cocaina e, su disposizione della Procura della Repubblica di Messina, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Messina “Gazzi” mentre il giovane consumatore è stato segnalato alla Prefettura di Messina per uso personale di sostanze stupefacenti.