Scoperte casa d’appuntamenti e discoteca abusiva a Messina, prelevate auto con carroattrezzi

Intensa attività di controlli, prevenzione e repressione di sicurezza urbana nella notte tra venerdì 11 e sabato 12 ottobre, iniziata alle 22,00 e conclusasi alle ore 5,00, da parte della Polizia Muicipale di Messina, con il Coordinamento del Sindaco Cateno De Luca e la presenza dell’Assesore Dafne Musolino, che ha partecipato alle operazioni fino alla chiusura del servizio.
Nella prima parte della notte è stato eseguito, dagli Agenti della Sezione Decoro, un nuovo servizio anti prostituzione in un appartamento centralissimo dove è stata sequestrata anche della marjiuana.
Contemporaneamente, gli agenti del servizio Radiomobile e Viabilità, hanno attuato un servizio di viabilità lungo via Garibaldi e via Cesare Battisti, che ha comportato 28 prelievi con il carro attrezzi e l’irrogazione di 40 verbali di contestazione del divieto di sosta.
Il nucleo di Pg, insieme al personale della Sezione Annona, ha eseguito controlli nei locali della movida, contestando emissioni musicali fuori orario e al di sopra dei limiti consentiti, provvedendo a garantire il rispetto dell’Ordinanza Sindacale.
Altri controlli hanno interessato il Viale Boccetta, con il posizionamento dell’auvelox nella corsia di marcia lato valle, e il posizionamento di due pattuglie viabili lato monte.
Con l’autovelox sono stati contestati ben 65 verbali per violazioni del limite di velocità irrigando sanzioni per un totale di € 6.994,00.
Altri 12 verbali sono stati contestati per passaggio con il semaforo rosso e 1 per il mancato utilizzo della cintura di sicurezza. Tra autovelox e controlli viabili sono stati decurtati in totale ben 332 punti di patente, elevando sanzioni per un ammontare complessivo di ben 12.315,69 euro.
Inoltre, sono stati sequestrati per mancata copertura assicurativa, 1 furgone, 1 moto ape, 1 ciclomotore e 1 autovettura.
Infine, i controlli si sono spostati in una discoteca del centro, che è stata trovata del tutto priva di licenza di pubblico spettacolo. È stata contestata la violazione dell’art. 80 tulps e dell’art. 681 cp con denuncia penale chiusura immediata del locale e diffida ad ottenere e ottemperare prescrizioni commissione vigilanza e, in attesa dell’attuazione delle prescrizioni, è stata disposta la cessazione attività ed art. 68 tulps e art. 666 cp.
Nell’ambito del servizio di contrasto alla prostituzione, sono state controllate anche le vie intorno la stazione centrale ed è stato rinvenuto un rifugio di fortuna per il quale verrà emessa ordinanza nei confronti dei proprietari dell’immobile per la bonifica ed il recupero del decoro.