Picchia la moglie che ricorre alle cure dei sanitari, dopo il divieto di avvicinamento, l’arresto

Picchia la moglie che è dovuta ricorrere alle cure mediche dei sanitari. Dopo il primo intervento dei Carabinieri e il divieto di avvicinamento alla donna, l’uomosi è reso protagonista dopo poche ore di un altro episodio che ha fatto scattare l’arresto.

E’ accaduto a Santa Teresa di Riva, comune jonico del messinese. Lo scorso 27 maggio il personale medico del presidio territoriale d’emergenza, ha avvisato i militari dell’Arma, riferendo che A.A. di 35 anni, aveva avuto un diverbio con il marito, il 43enne S.D., che l’aveva ripetutamente picchiata e strattonata. La donna è riuscita a fuggire e farsi medicare. Ma il marito l’ha raggiunta presso il presidio medico, desistendo dal suo intento solo all’arrivo dei Carabinieri. Pertanto la donna ha sporto denuncia e per l’uomo è scattata la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna.

Contravvenendo alle prescrizioni imposte dalla legge, S.D. ha tuttavia reiterato le sue condotte vessatorie nei confronti della moglie, già dalla tarda serata del 29 Maggio quando ha inviato messaggi audio tramite cellulare alla donna. Nella prima mattina del 30 Maggio l’uomo ha cercato ancora un contatto fisico per le vie di Santa Teresa di Riva con la donna, la quale è stata difesa anche dai passanti. Nuovo intervento dei Carabinieri con l’uomo che si è dato alla fuga prima dell’arrivo dei militari. La donna ha sporto nuovamente denuncia nei confronti del marito.

L’Autorità Giudiziaria, preso atto della pericolosità e della recidiva di S.D., ha commisurato all’uomo la misura cautelare personale degli arresti domiciliari, prontamente eseguita dai militari dell’Arma che, espletate le formalità di rito, ha posto il fermato presso l’abitazione dei propri genitori a disposizione del competente Tribunale di Messina.