Controlli straordinari del 1 maggio a Messina, fioccano multe e denunce

In concomitanza con la festività del 1° maggio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Messina hanno intensificato i servizi straordinari di prevenzione e controllo del territorio finalizzati alla prevenzione del fenomeno della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti, con l’impiego di personale del Nucleo Radiomobile di Messina e delle Compagnie Carabinieri del capoluogo, incrementando la presenza dell’Arma sulle principali vie di comunicazione della zona centro-nord della città, per garantire lo svolgimento in serenità della giornata ed aumentare la sicurezza degli automobilisti durante il rientro dalle consuete gite fuoriporta.

Nel corso dei servizi, i militari dell’Arma, hanno proceduto nei confronti di:

  • un 30enne, che è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il giovane, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 7 grammi di marijuana, suddivisa in dosi;
  • un 56enne, che è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di guida in stato di ebrezza;
  • due 21enni ed un 24enne, che sono stati deferiti in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti sanitari inerenti lo stato psicofisico in quanto, controllati alla guida dei rispettivi veicoli, apparivano in stato psicofisico alterato e non accettavano di sottoporsi agli accertamenti sanitari;
  • un 19enne, che è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria poiché sorpreso alla guida di un’autovettura nella recidiva di guida senza patente;
  • 4 persone, di età compresa tra i 20 ed i 30 anni, ritenuti responsabili del reato di molestie del riposo e delle occupazioni delle persone, poiché diffondevano musica ad altissimo volume dagli impianti stereofonici installati sulle loro autovetture, trasformate in discoteche viaggianti, incuranti del frastuono provocato che aveva effetti negativi sul riposo altrui. I Carabinieri hanno inoltre proceduto al sequestro degli apparati installati sulle vetture, di elevata potenza.

Inoltre, 11 persone, di età compresa tra 17 e 51 anni, sono state segnalate alla Prefettura di Messina quali assuntori di stupefacente, poiché trovate in possesso di modiche quantità di marijuana, hashish e cocaina detenute per uso personale, con il sequestro di circa 24 grammi complessivi di sostanza stupefacente.

Sono stati controllati 42 veicoli ed identificate 61 persone, oltre 25 le infrazioni alle norme del Codice della Strada contestate, tra cui 1 per guida senza patente e 7 per mancanza di copertura assicurativa obbligatoria. 7 veicoli sono stati sottoposti a sequestro amministrativo e 6 patenti di guida sono state ritirate, in vista della successiva sospensione.