Pasquetta all’insegna del maltempo, Eolie isolate e danni ovunque per il forte vento

Il forte vento di Scirocco, che ha raggiunto sferzato tutta la Sicilia e, soprattutto, il messinese tirrenico raggiungendo picchi di oltre 100 Km/h, ha creato forti disagi. Il mare che ha toccato forza sette, tiene bloccati nel porto di Milazzo aliscafi e traghetti diretti alle Eolie. A causa delle avverse condizioni meteo le isole minori dell’arcipelago sono prive di collegamenti marittimi da due giorni. Le violente mareggiate hanno causato nuovi danni alle strutture portuali. Colpiti dai marosi i primi pontili galleggianti di Marina Lunga, alcuni dei quali sono stati danneggiati. Disagi nel porto rifugio di Pignataro dove alcuni natanti hanno rotto le cime.

Le raffiche di vento hanno creando disagi lungo le autostrade e le statali. Il tratto della A20 Messina Palermo è rimasto chiusa dallo svincolo Giostra a Villafranca per la caduta di alberi e cartelloni segnalatori. Per la caduta di un albero e la presenza alcuni rami sul tracciato è chiusa nel Messinese nei due sensi di marcia il tratto della strada statale ‘Settentrionale Sicula’ compreso fra il km 60,500 e il km 61,500 in territorio di Falcone. Altri alberi sono caduti in località Reginella sui Colli Sarrizzo e a Faro Superiore.

Sta tornando gradualmente alla normalità, dopo gli interventi dei tecnici di Rete ferroviaria italiana, del gruppo Fs italiane, la circolazione ferroviaria sulla linea Messina-Palermo sospesa questa mattina in più punti per il maltempo. Il forte vento ha provocato la sospensione della circolazione ferroviaria fra Caronia e Santo Stefano di Camastra, per la presenza di un albero sui binari; fra Barcellona e Patti per guasti alla linea di contatto e per la presenza di un telone sulla linea elettrica fra le stazioni di Oliveri-Tindari e Novara-Montalbano-Furnari.