Creano una discarica abusiva e danno fuoco ai rifiuti, arrestati due fratelli di Scaletta Zanclea

I Carabinieri della Stazione di Scaletta Zanclea  hanno arrestato, in flagranza di reato, due  fratelli messinesi, entrambi pregiudicati, B.D e B. A. rispettivamente di 26 e 28 anni, responsabili del reato di combustione illecita di rifiuti con l’aggravante di avere commesso il reato in un  territorio in cui, nei cinque anni precedenti, è stato dichiarato lo stato di emergenza nel settore dei rifiuti.

I Carabinieri avevano individuato da alcuni giorni, una discarica abusiva realizzata su un area demaniale, in località Cuturi di Scaletta Zanclea, dove erano stati accatastati rifiuti di vario genere. Sono stati pertanto svolti dei servizi di osservazione per individuare gli autori degli sversamenti di rifiuti e, ieri sera, i militari della Stazione sono riusciti a sorprendere e bloccare due giovani che, dopo aver scaricato da un furgone rifiuti in plastica e materiale ferroso, li stavano incendiando. I due fratelli sono stati arrestati in flagranza per il reato di combustione illecita di rifiuti,  il mezzo con cui avevano trasportato i rifiuti è stato sequestrato e l’area dello sversamento dei rifiuti sarà a breve ripristinata.

Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati condotti presso le proprie abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, all’esito della quale ai due fratelli è stata  applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.