Alla scuola Salvo D’Acquisto si fa lezione anche nei seminterrati

“Nel rappresentare le legittime lamentele di parecchi genitori dei piccoli alunni della scuola “Salvo D’Acquisto” di villaggio UNNRA, non posso non invocare un impegno preciso ed urgente da parte del sindaco De Luca e dell’assessore alla pubblica istruzione Trimarchi affinché risolvano questa deficitaria condizione logistica e ambientale della scolaresca del plesso”. Lo afferma il consigliere comunale Libero Gioveni, che denuncia l’attuale situazione in cui sono costretti a svolgere le lezioni i piccoli alunni della scuola Salvo D’Acquisto di Messina.
“A seguito dell’ingresso nella scuola anche delle classi della materna, che fino a giugno venivano ospitati nei locali della vicina parrocchia alla quale il Comune non ha più pagato l’affitto, -spiega Gioveni- il dirigente scolastico si è purtroppo trovato costretto ad effettuare una rotazione settimanale delle classi, utilizzando appunto anche i locali del seminterrato con l’ausilio di una tenda divisoria, la cui efficacia naturalmente, soprattutto sotto il profilo dell’insonorizzazione acustica, è pari a zero.
Confido -conclude il consigliere-, pertanto, che in tempi celeri si ponga in essere un’adeguata soluzione alternativa che possa dare dignità al diritto allo studio di questi bambini”.