Processo “Corsi d’Oro”, arrivano 11 condanne e due assoluzioni

Arriva la sentenza per i 13 imputati del processo “Corsi D’Oro 1”, il primo filone di indagine sulla gestione del pianeta formazione a Messina. Condannato a 7 anni e 6 mesi Elio Sauta, 3 anni e 6 mesi per la moglie Graziella Feliciotto, 2 anni e 2 mesi Chiara Schirò, moglie dell’onorevole Francantonio Genovese, 1 anno Concetta Cannavò, 1 anno e 5 mesi Natale Lo Presti, 1 anno e 4 mesi Nicola Bartolone, 6 mesi Carlo Isaja, 2 anni Carmelo Capone, 1 anno e 8 mesi Salvatore Giuffrè, 4 mesi Daniela D’Urso, moglie del’ex sindaco Buzzanca, 3 mesi Daniela Pugliares. Due le assoluzioni. Natale Capone, fratello di Carmelo, ex assessore. Ha ottenuto la prescrizione per i reato di truffa. Giuseppe Caliri assolto dall’accusa di associazione a delinquere e anche per lui arriva la prescrizione per truffa. Disposta per Elio Sauta l’interdizione perpetua dai pubblici uffici per tre anni. Cinque anni di interdizione Graziella Feliciotto. Incapaci di contrattare con la pubblica amministrazione: Chiara Schirò, Natale Lo Presti e Salvatore Giuffrè. Interdetti dai pubblici uffici per la durata delle rispettive pene, Concetta Cannavò, Nicola Bartolone e Carmelo Capone. Interdetti per un anno dai pubblici uffici, invece, Carlo Isaja e Daniela D’Urso.