Morte Lorena Mangano, rigettato il ricorso in Cassazione, Forestieri resta in carcere

Per la IV Sezione penale della Cassazione, il 32enne Gaetano Forestieri che la notte del 26 giugno scorso travolse e uccise con la sua Audi TT, Lorena Mangano, dovrà rimanere in carcere. E’ stato rigettato, infatti, il ricorso presentato dai suoi legali. I fatti ormai sono noti a tutti. Quella notte, così come dimostrano in modo inequivocabile le immagini registrate dalle telecamere di video sorveglianza del posto, Forestieri transitò a folle velocità con il semaforo rosso dall’incrocio di via Garibaldi  e Torrente Trapani, travolgendo la Panda condotta dalla povera studentessa universitaria che viaggiava insieme ad altri quattro amici. Lorena morì dopo due giorni dal ricovero e Forestieri fu arrestato insieme a Giovanni Gugliandolo, accusato di competizione stradale. Ma quest’ultimo fu scarcerato il 19 luglio e gli vennero concessi i domiciliari.