Accoltellato per una mancata precedenza, arrestato un 57enne messinese

Lo scorso 29 maggio, un 35enne fu aggredito da uno sconosciuto mentre percorreva la via Palermo a bordo della propria autovettura. L’aggressore per futili motivi legati alla viabilità non aveva esitato ad aggredire violentemente il 35enne prima con calci e pugni e poi a sferrargli contro diversi fendenti con un oggetto acuminato, procurandogli delle ferite gravissime, mettendolo concretamente in pericolo di vita. Lo stesso, a seguito delle ferite riportate che avevano interessato organi vitali, è stato sottoposto ad intervento chirurgico all’addome.

Le immediate indagini avviate dagli investigatori della Squadra Mobile, coadiuvati dai colleghi delle Volanti, e coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica Francesco Massara, hanno permesso di risalire al presunto responsabile, grazie anche alle dichiarazioni raccolte accuratamente da testimoni e riscontrate dalle immagini estrapolate dai sistemi di videosorveglianza posizionati nella zona, che hanno permesso di ricostruire la dinamica dell’aggressione.

Si tratta di Antonino Paratore, messinese di 57 anni con precedenti per droga. L’uomo, a seguito dell’ordinanza di custodia cautela in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Messina Maria Vermiglio, dalla quale si evince che il fatto è qualificabile come tentato omicidio aggravato dai futili motivi, è stato arrestato stamane e dovrà rispondere di lesioni personali aggravate.