Due rapine in venti minuti a Messina, indagano Polizia e Carabinieri

Non accennano a diminuire le rapine a Messina. Nell’arco di venti minuti ne sono state messe a segno ben due. La prima ai danni di una macelleria di via Santa Marta, la seconda in un Supermercato di via Ibica, nei pressi del viale Boccetta. Alle 12 un bandito armato di pistola, col viso travisato da passamontagna, ha fatto irruzione all’interno della macelleria Vitale e si è fatto consegnare il registratore di cassa. Dopo aver preso l’ingombrante bottino sotto braccio è fuggito via. Sul posto sono arrivati i Carabinieri della Stazione Arcivescovado di Messina che hanno effettuato i rilievi tecnici, ascoltato vari testimoni (la zona è affollatissima alle 12) e stanno estrapolando le immagini delle telecamere di video sorveglianza della zona per risalire all’autore della rapina.

Esattamente 20 minuti dopo, un altro rapinatore armato di pistola ed il viso travisato da passamontagna, ha fatto irrruzione all’interno del Supermercato Mersì di via Ibica, ha puntato l’arma verso i cassieri per farsi consegnare il denaro. Dopo aver arraffato il bottino, si è dileguato. In questo caso le indagini sono state avviate dagli uomini della Squadra Mobile di Messina. Carabinieri e Polizia stanno collaborando insieme per verificare, innanzi tutto, se a comettere le due rapine sia stato lo stesso autore.