Furto in una rivendita di Tabacchi a Minissale, arrestati due messinesi

Luigi Foti

Lo scorso 3 gennaio, ignoti si erano introdotti all’interno di una rivendita di tabacchi di Minissale, impossessandosi di denaro, ricariche telefoniche e tabacchi per un valore di circa 20.000 euro. Le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno portato a due arresti. Si tratta del 27enne Luigi Foti e del 28enne Luciano Calabrò.

La sera del furto il proprietario dell’esercizio – che aveva osservato un periodo di chiusura per le festività di capodanno – si era recato per organizzare la riapertura della mattina dopo ed ha trovato il locale completamente a soqquadro. Qualcuno, poco prima, si era introdotto nel negozio praticando un foro nel muro. Il suo arrivo aveva evidentemente disturbato l’azione dei ladri, che però avevano fatto appena in tempo a scappare uscendo da una finestrella laterale.

L’arrivo sul posto delle pattuglie dei carabinieri è stato tempestivo e l’immediato sopralluogo è stato determinante al fine di raccogliere alcune importanti tracce lasciate dai malviventi, che nella precipitosa fuga avevano perso, oltre che parte della merce, anche gli attrezzi utilizzati per realizzare il foro nella parete del locale. Sono inoltre state visionate le immagini di tutti i sistemi di videosorveglianza presenti in zona.

Le successive e meticolose indagini dei militari dell’Arma, coordinate dalla Procura della Repubblica di Messina, attraverso l’analisi scientifica del materiale rinvenuto, l’esame dei video repertati e lo sfruttamento dei dati di conoscenza investigativa, hanno consentito di raccogliere schiaccianti elementi di colpevolezza a carico di Luigi Foti e Luciano Calabrò, che sono ritenuti gli autori del furto. Foti è stato rinchiuso presso la casa circondariale di Messina Gazzi, Calabrò è stato ristretto agli arresti domiciliari.

 

Luigi FotiLuciano Calabrò