Differenziata a Messina, ancora diversi problemi igienico sanitari, urge una città più pulita

“Non possiamo negare il grande sforzo che l’Amministrazione Comunale della città di Messina sta compiendo in materia di raccolta porta a porta con un lavoro intenso, impegnativo, costante, che ha portato nei giorni scorsi alla rimozione dell’ultimo cassonetto in città. Sarebbe intellettualmente disonesto non apprezzare la costante opera dell’Amministrazione Comunale e della partecipata comunale che hanno portato la raccolta differenziata a numeri importanti. Fatta questa premessa però, riconosciuti i giusti meriti, non possiamo non “denunciare” che la città, dal punto di vista igienico sanitario non è purtroppo messa bene”. Lo afferma il Coordinatore della Città Metropolitana di Messina di Fratelli d’Italia, Pasquale Currò.

“Molti cittadini, soprattutto i residenti delle periferie -prosegue Currò-, lamentano un deficit legato allo spazzamento, mancati interventi di scerbatura, interventi di disinfestazione e derattizzazione che, soprattutto, con l’avvento della stagione calda creano non pochi problemi.

Che dunque l’impegno messo in campo per la differenziata non sottragga ulteriore tempo, risorse, manovalanza, per assicurare una città più pulita, più decorosa dove però non solo l’Amministrazione Comunale ma anche tutti i cittadini sono chiamati a recitare la propria parte con comportamenti civili e rispettosi per la res pubblica.

Fratelli d’Italia -conclude Currò- vicina ai problemi del territorio, auspica ed è fiduciosa che l’Amministrazione Comunale di Messina possa fare registrare un’inversione di tendenza e, grazie al contratto di servizio approvato dal consiglio comunale che affida la cura del verde pubblico alla Messina Servizi, si possa garantire nel più breve tempo possibile una cura del verde pubblico, dell’igiene cittadina all’altezza della città di Messina”.