Centro Neurolesi “Bonino Pulejo”, assunti 11 professionisti della Ricerca

Stipulati stamani 11 nuovi contratti per il personale della Ricerca Scientifica, Tecnologica, Innovativa e della Ricerca Traslazionale. Si tratta della fase due di reclutamento della Piramide della Ricerca, il nuovo “polmone” del Ministero della Salute che sta fornendo ricercatori alla scienza e alla tecnologia a supporto degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, nonché tra questi il Centro Neurolesi “Bonino Pulejo” Ente di Diritto Pubblico.

Oggi, il Direttore Generale Vincenzo Barone e il Direttore Scientifico Placido Bramanti hanno proclamato l’assunzione di 11 professionisti della Ricerca già in servizio con rapporti di lavoro flessibile e temporaneo, sottoscrivendo il contratto che li legherà alla storica struttura di Contrada Casazza. Si tratta di 9 Collaboratori della Ricerca e 2 Ricercatori Sanitari, figure professionali che hanno dato e continueranno a dare il loro contributo a supporto della Ricerca Scientifica e Tecnologica.

Massima la soddisfazione da parte del Direttore Generale Vincenzo Barone: “A tutti i ricercatori e al personale di supporto alle attività di ricerca, va il mio riconoscimento per l’impegno profuso in questo lavoro che ha come obiettivo principale la cura e il benessere del paziente. È grazie a loro che gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico riescono a fare una ricerca di altissimo livello garantendo un valore aggiunto alle attività assistenziali. Contiamo su di loro, sul loro entusiasmo, sulle loro competenze e la loro dedizione per fare sempre più di questo IRCCS una eccellenza nel campo della ricerca e della cura”.

In occasione della stipula dei contratti, il Direttore Scientifico Placido Bramanti, ha rappresentato da parte del Ministero della Salute l’interesse, la volontà e l’impellenza di investire nella Ricerca traslazionale con ricaduta sanitaria in tutti gli ambiti, dalla diagnostica alla terapia. Si dovranno valorizzare i nuovi talenti che saranno formati e avviati a carriere prestigiose con sbocchi occupazionali certi. Questo a soddisfacimento dell’impegno profuso da tutti gli ambiti, non solo scientifici, per il riconoscimento del titolo di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico del “Bonino Pulejo”.