In Sicilia 42 “Borghi dei Tesori”, 12 appartengono alla città metropolitana di Messina

Nasce “Borghi dei Tesori”, il network di 42 piccoli comuni siciliani sotto l’egida delle Vie dei Tesori e con Sambuca di Sicilia capofila. Un progetto che punta alla realizzazione del Festival Le Vie dei Tesori in sei fine settimana compresi tra il 29 maggio e il 5 luglio con circa 210 luoghi aperti, 70 esperienze collaterali, e il coinvolgimento di 500 giovani del territorio, adeguatamente formati. Saranno itinerari naturalistici, artistici, letterari, enogastronomici, in grado di interconnettere i luoghi.

La partecipazione al bando del Mibact “Borghi in Festival” prelude a politiche stabili di rigenerazione, valorizzazione, lotta allo spopolamento. Con l’intento di costruire comunità consapevoli, pronte e adeguate ad accogliere il visitatore: il turista slow, il creativo che cerca uno stile di vita più aperto, l’artista, il viaggiatore, chi cerca semplicemente un modo per rimanere nei luoghi dove ha sempre vissuto.

Oggi la neonata rete è stata presentata nel corso di una conferenza stampa in streaming a cui hanno partecipato sindaci, assessori alla Cultura, operatori turistici e giornalisti: è il primo modo di esserci, confrontarsi e “invitarsi” a vicenda per conoscere i rispettivi borghi.

Appartengono alle città metropolitana di Messina 12 dei borghi prescelti: Montalbano Elicona, Santa Lucia del Mela, Savoca, San Marco d’Alunzio, Mirto, Castelmola, Roccavaldina, Frazzanò, Condrò, Graniti, San Piero Patti, San Salvatore di Fitalia.