Campagna anti Covid, a Messina somministrate quasi diecimila dosi di vaccino

A due settimane dall’inizio della campagna vaccinale contro il covid-19, a Messina sono state somministrate 9759 dosi di vaccino, così suddivise:

-Azienda Sanitaria Provinciale di Messina n. 5.555 vaccinati;

-A.O.U. Policlinico “G. Martino” di Messina: n. 2.060 vaccinati;

-Azienda Ospedaliera “Papardo”: n. 1.103 vaccinati;

-IRCCS Centro Neurolesi “Bonino-Pulejo” di Messina: n. 1.041 vaccinati.

La somministrazione dei vaccini è avvenuta nei presidi ospedalieri cittadini (Papardo, Policlinico e Piemonte), nei Centri vaccinali nel Distretto del Comune di Messina e nei sette Presidi Ospedalieri della provincia: Messina Nord (Mandalari), Messina Centro (Via S. Elia) e Messina Sud (Pistunina).

La prima fase della campagna, che si concluderà il 31 gennaio (e che prevede un secondo “richiamo”), prevede la vaccinazione per le seguenti figure:

– Personale Aziende Sanitarie (ivi incluso personale convenzionato interno e non dipendente, che lavora all’interno delle ASP e delle Aziende Ospedaliere, informatori scientifici del farmaco e dei dispositivi, personale afferente alle ditte che assicurano servizi esternalizzati, pulizia, cucina, manutenzione, antincendio. etc.);

– Operatori assunti per la gestione dell’emergenza Covid-19;

– Medici dell’emergenza territoriale, operatori del 118 e associazioni di volontariato convenzionato per le eccedenze;

– RSA e Residenze per anziani: ospiti e personale;

– MCA, che operano in regime convenzionale con la Regione;

– Laboratori analisi privati in possesso di autorizzazione regionale per la processazione dei tamponi molecolari per la ricerca del Sars-CoV2;

– Medici di Medicina Generale E Pediatri di Libera Scelta

– Operatori sanità privata (AIOP e ARIS etc.);

– Medici iscritti al corso di medicina generale;

– Medici specializzandi;

– Studenti iscritti ai corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e altre professioni sanitarie che effettuano tirocinio formativo presso strutture sanitarie del SSR;

– Personale medico specialista convenzionato c.d. esterno con il SSR;

– Odontoiatri iscritti agli Albi degli Odontoiatri provinciali della Sicilia;

– Collaboratori di MMG, PLS e Odontoiatri;

– Medici liberi professionisti;

– Farmacisti;

– altro personale sanitario e socio-sanitario.

Per garantire un veloce e sicuro svolgimento della campagna vaccinale, l’Assessorato Regionale alla Salute ha previsto che ogni unità vaccinale dovrà prevedere almeno 2 assistenti tecnici (periti informatici oppure assistenti amministrativi), nonché un coordinatore collaboratore ingegnere per ogni 5 unità vaccinali, per attività di supporto sanitario, gestionale e informatico ai team vaccinali, caricamento dei dati sulla piattaforma nazionale dei soggetti vaccinati e da vaccinare.

Secondo il calendario nazionale stilato dal Ministero della Salute, la prima fase, da gennaio a marzo 2021, prevede la somministrazione del vaccino agli operatori sanitari e sociosanitari “in prima linea”, sia pubblici che privati accreditati, ai residenti e personale dei presidi residenziali per anziani e alle persone di età avanzata (over 80).