Il Libeccio provoca danni in città e provincia, alberi sdradicati e tir ribaltato sulla A20

Il vento di Libeccio che sta sferzando Messina e provincia, ha provocato inevitabili danni. In città un palo della luce nel viale della Libertà, si è schiantato al suolo danneggiando un’auto parcheggiata, ma per fortuna in quel momento non transitavano persone. Un’altra auto in sosta è stata danneggiata da un albero che è stato sdradicato dal forte vento a Ganzirri. Una Smart è stata danneggiata, a Minissale, da una guaina di isolamento che si è staccata dal tetto di un palazzo.

Super lavoro, quindi, per i Vigili del fuoco che non hanno avuto tregua e sono dovuti intervenire con tutti i mezzi disponibili. Ventisei finora gli interventi effettuati e nove sono ancora in atto. La maggior parte degli interventi riguardano le cadute di alberi che congestionano la rete stradale ed autostradale. Le zone più colpite in provincia interessano i paesi tra Sant’Agata Militello, Acquedolci e Santo Stefano di Camastra. Altro intervento rilevante dei Vigili del fuoco, al km124 della A20 in direzione Messina, all’altezza del viadotto Caronia, che ha peggiorato la situazione, ha riguardato il ribaltamento di un autoarticolato, sempre a causa delle forti raffiche di vento.