Stalli di sosta breve per l’asporto “drive-in”, la proposta di Nino Interdonato

La seconda ondata della pandemia Covid-19, aggrava fortemente la crisi aziendale nel settore relativo alle attività di ristorazione. A tal proposito arriva una proposta da parte del vicepresidente del Consiglio comunale di Messina, Nino Interdonato, per aiutare tali attività. Il consigliere comunale ha scritto al sindaco Cateno De Luca.

“Al fine di scongiurare gli assembramenti dinnanzi alle su menzionate attività -si legge nella missiva di Interdonato-, la S.S. ha vietato, con ordinanza sindacale n.339 del 20/10/2020, la possibilità di effettuare servizio da asporto per queste ultime, servizio che nel 2020 per molte di esse si è qualificato come core-business.

Stante l’azzeramento dei canoni COSAP per il 2020, e per il 2021 come anticipato dal Governo nel corso della 37esima Assemblea Nazionale Anci, e stante la gratuita dei parcheggi nelle aree Z.T.L. sino al 31.12 c.a.,  al fine di tutelare la salute pubblica, ma anche gli esercenti l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, si invita la S.S., a deliberare, in forma sperimentale, nelle prospicienze delle attività ristoratrici che ne facciano richiesta, l’istituzione di stalli di sosta breve, nelle fasce orarie 12:00-14:00, e 19:00-22:00, da dedicare al servizio di drive-in, per l’asporto in sicurezza degli alimenti, e di revocare contestualmente il divieto di asporto dalle ore 19:00″.