Il torrente San Filippo è una “bomba ecologica”, urge una bonifica

“Urge intervenire nel torrente San Filippo, ma non soltanto con la bonifica dell’alveo, ma per contrastare e reprimere le azioni dei soliti e inqualificabili deturpatori del territorio!”.
Con questo monito il consigliere comunale Libero Gioveni, producendo un mini dossier fotografico che evidenzia una condizione ambientale impressionante, chiede all’Amministrazione interventi immediati.
“Siamo alle solite – denuncia Gioveni. Non è possibile, né in alcun modo tollerabile, che questi malfattori la facciano franca rispetto a delle quotidiane azioni devastatrici!
Il torrente San Filippo è diventato un’autentica “bomba ecologica” – prosegue preoccupato il consigliere – con qualsiasi tipo di materiale nocivo depositato (amianto, materiale inerte, rifiuti vari, suppellettili, legname, materiale cementizio) che “violenta” una vasta zona quasi sempre dimenticata.
Confido pertanto in una serie di interventi di prevenzione e repressione – conclude Gioveni – (controlli e azioni sanzionatorie) unite ad una pronta bonifica ambientale dell’alveo, al fine di garantire sicurezza e decoro in una delle zone certamente più colpite da quelli che ormai non si possono che definire “delinquenti dell’ambiente”.