Sono quattro minorenni le autrici dell’imbrattamento del Monumento ai Caduti

Chiuso il cerchio sull’imbrattamento con vernice spray del monumento ai caduti di piazza Unione Europea a Messina. Le autrici di questo gesto sono tre tredicenni e una diciassettenne. Le minorenni sono state individuate, grazie all’indagine condotta dalla Polizia Municipale, sezione Polizia Giudiziaria, dopo la denuncia dell’assessore Caruso. Ieri il sindaco De Luca ne aveva dato anticipazione, riferendo che le autrici erano due, in serata, al termine delle indagini il numero è aumentato.

Una delle minorenni si è presentata alla caserma Caserma Di Maio accompagnata dalla madre, assumendosi la piena responsabilità dei fatti, fornendo la conferma alle risultanze delle indagini e aggiungendo ulteriori particolari che hanno arricchito il quadro degli accertamenti già eseguiti.
La minorenne e la famiglia hanno immediatamente compreso la gravità del gesto compiuto. Nelle prossime ore, poiché anche le altre autrici del gesto sono state già identificate, potrebbero presentarsi spontaneamente ed evitare che la Polizia vada a rintracciarle a casa.
Pur apprezzando l’assunzione di responsabilità che è espressione di una matura presa di consapevolezza della gravità del gesto compiuto, l’Amministrazione non intende tollerare simili abusi del patrimonio pubblico che verrà difeso in ogni sede.

Sebbene si tratti di minorenni la cui età prevede la non imputabilità nel processo penale, verranno comunque avviate le segnalazioni al Tribunale dei Minorenni e ovviamente si chiederà il risarcimento dei danni causati con le loro azioni. A tal proposito è già stato effettuato un primo sopralluogo tecnico e nei prossimi giorni si procederà con gli interventi di pulizia, previa stima dei costi.