Governo (renziani inclusi) boccia odg Ponte sullo Stretto, Siracusano: “Vocazione anti-sviluppo”

La maggioranza di governo, dopo avere bocciato gli emendamenti di Forza Italia, ha dato parere negativo anche all’ordine del giorno per riavviare il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina, anche attraverso il Recovery Fund. Sulla vicenda è intervenuta Matilde Siracusano, deputata di Forza Italia: “La maggioranza Pd-M5S-ItaliaViva-Leu conferma la sua vocazione anti-infrastrutture e anti-sviluppo.
Durante l’esame parlamentare del decreto rilancio, il governo ha rigettato tutte le proposte avanzate dall’opposizione, con in testa Forza Italia, che tentavano di sbloccare le tante grandi opere ferme nel nostro Paese.
Oggi l’esecutivo -ha spiegato Siracusano- ha dato parere contrario e di conseguenza fatto bocciare in Aula alla Camera un mio ordine del giorno che impegnava il governo a riavviare il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina, anche attraverso l’utilizzo dei fondi europei – come, ad esempio, i 170 miliardi del Recovery Fund – e a predisporre un’analisi costi/benefici (una volta per i 5 Stelle era imprescindibile) in relazione alla realizzazione di questa infrastruttura.
Il voto contrario della maggioranza è sconvolgente, ancor di più dopo gli annunci dei ministri Franceschini e De Micheli, e dopo i proclami di Renzi.
Basta parole, il Paese, la Sicilia, la Calabria, il Mezzogiorno, chiedono fatti. Questo governo, ancora una volta, non dà risposte e scappa dalle sue contraddizioni”.