Cantieri di servizio a Messina, a quando la loro ripartenza?

Il quesito lo pone il consigliere comunale, Libero Gioveni, il quale ricorda che, dopo la conclusione degli ultimi cantieri di sevizio avvenuta nel mese di dicembre scorso, l’Amministrazione aveva presentato una nota di adesione alla partecipazione della “manifestazione di interesse”, emanata dalla Regione siciliana, volta a ottenere il finanziamento di ulteriori cantieri nella nostra città, al fine di dare una nuova boccata di ossigeno a tanti altri cittadini disoccupati.

Una nota di risposta del dirigente al ramo, ha chiarito che nelle nuove attività di cantiere avrebbero lavorato “i successivi beneficiari dell’Avviso 1/2018 già presenti in graduatoria, secondo il criterio dello scorrimento, così come espressamente indicato dalla Regione”, per cui si può bene immaginare l’attesa di tutti coloro che, al pari dei precedenti lavoratori, vorrebbero rendersi utili alla collettività con i loro servizi ricevendo in cambio una dignitosa (seppur temporanea) forma di sostentamento.

Pertanto, essendo stato previsto all’epoca, il periodo di aprile/maggio 2020 come quello più indicato per far ripartire i cantieri, al netto naturalmente di un inimmaginabile periodo di emergenza legata al Covid-19 che probabilmente ha anche relegato in secondo piano tale questione, il consigliere comunale, ha depositato una interrogazione al sindaco e all’assessore Calafiore,al fine di conoscere: se sia stato emanato il nuovo piano di riparto delle risorse disponibili da parte della Regione; se siano state assegnate tali risorse alla città di Messina; quanto tempo quindi ancora occorrerà, alla luce delle risposte ai primi due suddetti punti, per l’effettiva ripresa dei cantieri di servizio nella nostra città.