“Danno di immagine alla città di Messina”, il Consiglio comunale prende le distanze da Sorbello

Lo scorso 28 Aprile 2020 il consigliere comunale Salvatore Sorbello, sulla sua pagina Facebook, ha pubblicato il necrologio per l’anniversario della morte di Benito Mussolini, ispiratore e leader della dittatura fascista che imperò in Italia tra il 1922 ed il 1943, trascinando il nostro Paese nella seconda guerra mondiale.

Questa iniziativa del consigliere comunale, ha suscitato interesse e scalpore nella stampa nazionale e locale, tanto che la notizia è rimbalzata dall’ “Ansa” all’ “Espresso”, dalla “Gazzetta del Sud” alla “Sicilia” e la stessa pagina Facebook del consigliere è stata sospesa per qualche giorno.

A tal proposito, vista la carica istituzionale rivestita dal consigliere Sorbello, i capigruppo del Consiglio comunale di Messina si sono riuniti e hanno concordato che la vicenda potrebbe avere riflessi d’immagine sull’intero  Consiglio Comunale e sulla città di Messina.

Ritenuti sacrosanti e inviolabili i diritti di espressione e di opinione dell’individuo, tutelati dalla nostra Carta Costituzionale, i capigruppo ritengono sia altrettanto sacrosanto, il diritto di non condividere l’azione posta in essere dal citato consigliere comunale e di dissociarsene pubblicamente.

Pertanto, i capigruppo consiliari, hanno redatto un documento, tramite il quale prendono le distanze dall’iniziativa del consigliere comunale Salvatore Sorbello e dalle sue affermazioni, non condividendole in modo assoluto.