Coronavirus, anziana ospite di una casa di riposo di Messina positiva al test, si teme un nuovo focolaio

La speranza è che non si inneschi un nuovo focolaio, come accaduto nella casa riposo “Come d’incanto”, e si intervenga in tempo per evitare una nuova “strage di nonnini”. Oggi si è, infatti, registrato un nuovo caso di positività al Coronavirus a Messina. Un’anziana, ospite della casa di riposo San Martino, sita nell’omonimo centralissimo viale cittadino, ha accusato tosse e febbre alta, è risultata positiva al test Covid-19 ed è stata ricoverata al Policlinico di Messina. Adesso le procedure imporrebbero il tampone a tutti gli ospiti della casa di riposo e agli operatori. Stasera il Sindaco Cateno De Luca ha denunciato la mancanza di reagenti che non consente all’Asp di Messina di effettuare i tamponi necessari, per affrontare al meglio l’emergenza. Il Comitato scientifico ha approvato l’uso dei test rapidi in Sicilia, ma adesso è necessario e indispensabile, che tutti gli operatori sanitari del territorio, abbiano i mezzi sufficienti per affrontare il famoso picco che, gli esperti sostengono, non sia ancora arrivato. Bisogna intervenire in tempo, prima che sia troppo tardi.