Acquedolci, positivo al Coronavirus avrebbe violato obbligo di autoisolamento

“Un cittadino di Acquedolci  non avrebbe attuato il dovuto autoisolamento nel periodo intercorso tra l’effettuazione del tampone e la comunicazione dell’esito dello stesso”. A segnalare la situazione è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Antonio De Luca, che dopo aver appreso del caso ha inviato una nota all’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza e ai direttori generali del Policlinico di Messina, Giuseppe Laganga e dell’Asp di Messina, Paolo La Paglia. “Dalle informazioni in mio possesso, la stessa famiglia di questo soggetto – prosegue De Luca – pare non si sia posta in isolamento. L’accaduto sarebbe una grave violazione degli obblighi di legge e una condizione di attuale pericolo per la comunità aquedolcese e per quelle limitrofe”. Il deputato M5S per questo ha invitato le autorità ad “attivare ogni procedura ritenuta utile a verificare la veridicità dei fatti ed eventualmente a provvedere come per legge e a rafforzare le misure di prevenzione attraverso l’isolamento preventivo e l’eventuale effettuazione di tamponi per tutti i cittadini venuti in contatto con tali soggetti. L’obiettivo – conclude De Luca – resta naturalmente quello di tutelare l’intera comunità acquedolcese e scongiurare l’origine di un nuovo focolaio epidemico in una provincia, quella di Messina, già martoriata dalla diffusione del virus”.