Coronavirus, Movimento Siciliani Liberi Messina: “Musumeci applichi l’art.31 dello Statuto”

Il circolo “Rosa Donato” di Siciliani Liberi Messina comprende e condivide la necessità del sindaco De Luca di prendere più drastici provvedimenti, rispetto a quelli adottati dal governo nazionale, al fine di salvaguardare i cittadini e di arginare la diffusione del coronavirus.

“Crediamo però che -si legge in un comunicato-, considerate le precarie condizioni della Sanità siciliana tutta, non in grado, a oggi, di far fronte a un’emergenza di tale portata, soprattutto a causa dello status di colonia cui la nostra isola è da troppo tempo relegata, il nostro primo cittadino, insieme agli altri sindaci, alle istituzioni locali e ai cittadini siciliani tutti, debba chiedere, con forza al Presidente della Regione Siciliana, come già sostenuto da tempo dal Movimento Siciliani Liberi, di esercitare i poteri e le prerogative statutarie dettate, nello specifico, dall’art. 31, comma 1 dello Statuto Siciliano, che riporta testualmente: “Al mantenimento dell’ordine pubblico provvede il Presidente regionale a mezzo della polizia dello Stato, la quale nella Regione dipende disciplinarmente, per l’ impiego e l’utilizzazione, dal governo regionale. Il Presidente della regione può chiedere l’impiego delle forze armate dello Stato.”

Lo Statuto autonomo siciliano vede, dunque, il Presidente Musumeci, responsabile dell’ordine pubblico e capo delle forze dell’ordine e in quanto tale, senza che vi sia l’obbligo di attendere le indicazioni di Roma, in dovere, nei confronti di tutto il popolo siciliano, di applicare i provvedimenti straordinari necessari a scongiurare il dilagare incontrollato del virus, compresa la chiusura temporanea del trasporto aereo, ferroviario e marittimo da e per la Sicilia.