Appaltati i lavori per la sostituzione della condotta fognaria a Mili che eviterà lo sversamento

L’azienda meridionale acque Messina (Amam) ha appaltato la quarta opera finanziata dal Masterplan, ovvero l’adeguamento e controllo degli scarichi fognari del canale collettore “Cassina” nel tratto Grotte-Mili. L’importo complessivo dell’intervento è risultato pari ad € 1.000.000,00, dei quali € 736.260,37 per lavori ed € 263.739,63 per somme a disposizione dell’Amministrazione.

“L’intervento, che eviterà sversamenti nell’area di Mili e lungo gli scarichi di troppo pieno della Cassina, prevede la posa in opera di una nuova condotta fognaria in luogo di quella deteriorata a causa dei fenomeni corrosivi ed erosivi causati dal trasporto di sedimenti – afferma il Sindaco di Messina, on. Cateno De Luca-. Il tratto oggetto di sostituzione si sviluppa per  una lunghezza di 350 m sulla S.S. 114, ed in particolare dall’innesto con l’impianto di sollevamento Mili Canneto.

Il tutto a protezione dell’ambiente e della funzionalità idraulica del collettore fognario da troppo tempo trascurato. Sono previsti infatti interventi fognari – conclude il Primo cittadino – mediante il ripristino delle  funzionalità  di un tratto fognario, pulizia delle tubazioni e di tutti i manufatti intercettati dal collettore, con l’impiego di autospurgo, cisterne, escavatore a risucchio e impianti in situ di separazione solido-liquido”.

L’opera verrà aggiudicata entro il 15 di marzo e i lavori avranno una durata di sei mesi.