La proposta di Gioveni, consentire il traffico veicolare nella corsia preferenziale di via Catania

“Sono trascorsi ben 9 anni da quando il Dipartimento mobilità urbana predispose delle modifiche sostanziali alla viabilità in questa zona nevralgica del centro cittadino, ma ad oggi ancora tutto tace!”. Il consigliere comunale Libero Gioveni, che per anni ne ha sollecitato l’adozione, adesso intende portare all’attenzione della Commissione Viabilità che lui stesso presiede, questa problematica che rende caotica una zona nevralgica della città soprattutto nelle ore di punta.
“Infatti – spiega Gioveni – l’auspicato accorgimento viario consentirebbe in via Catania il transito veicolare in direzione sud – nord all’interno della corsia preferenziale, partendo dall’incrocio della stessa via Catania con vico Baglio (o addirittura, se risultasse tecnicamente fattibile, anche dalla via Lucania confinante con villa Dante), al fine di canalizzare in maniera più fluida verso la rotatoria di viale Europa tutto il traffico veicolare della via Palmara e dalla zona nei dintorni del Quartiere Lombardo, sulla stessa stregua di quanto già attuato anni fa nella via Cesare Battisti sulla corsia preferenziale in direzione nord-sud verso stessa la rotatoria.
Appare evidente – prosegue il consigliere – come tutto ciò produrrebbe senz’altro un duplice beneficio:
eliminare il caos viario che si crea giornalmente all’incrocio fra via Catania e via Sardegna davanti all’ex scuola elementare “Dina e Clarenza”;
ottenere un sostanziale sgravio del traffico veicolare sia sulla via Bergamo (il cui manto stradale per altro è ridotto ai minimi termini) che sulla via Brescia, strade nelle quali sono costretti a confluire tutti i veicoli che intendono immettersi nella rotatoria “Boris Giuliano”.
Infine – conclude Gioveni – ritengo fondamentale ridurre il cordolo spartitraffico della rotatoria per evitare la sistematica e pericolosa infrazione commessa dai numerosi automobilisti provenienti dalla via Brescia, che sono soliti aggirare lo stesso cordolo per immettersi nella via Piemonte dopo aver attraversato perpendicolarmente o in parziale contro senso la via Catania e aver pericolosamente ostacolato di fatto il flusso veicolare proveniente dalla rotatoria verso la stessa via Catania”.