Baracche. Gioveni: “Anche i deputati Pd e M5S messinesi contribuiscano al Risanamento”

“E’ questo forse, oggi più che mai, il momento in cui tutte le forze politiche, proprio tutte, che rappresentano in Parlamento la città di Messina, facciano fronte comune per varare finalmente una legge Salva Messina per il Risanamento!”.
Il consigliere comunale Libero Gioveni, che ha apprezzato molto l’iniziativa di sensibilizzazione del gruppo di Forza Italia alla Camera sulla baraccopoli messinese, invita adesso il sindaco De Luca a convocare e a coordinare un tavolo a cui partecipi tutta la deputazione nazionale messinese, senza alcuna distinzione di colore politico, che riesca a raggiungere l’obiettivo di varare una norma esclusiva che tenti di eliminare definitivamente le vergognose favelas presenti nel nostro territorio.
“L’iniziativa di ieri che ha visto promotrice l’on. Matilde Siracusano con il suo capogruppo Mariastella Gelmini e sposata anche da Fratelli d’Italia, alla presenza anche del Presidente di ARISME Marcello Scurria – spiega Gioveni – non può essere guardata pregiudizialmente dalle forze politiche messinesi di maggioranza (Pd e M5S) presenti in Parlamento, perché ciò significherebbe anteporre prima degli interessi della città, quelli propri o dei propri partiti di appartenenza.
Qui nessun parlamentare messinese si deve sentire accodato o trascinato per inerzia per il raggiungimento di un obiettivo storico per la città – prosegue il consigliere – ma tutti, indistintamente, si devono sentire protagonisti nella stesura di un disegno di legge da far condividere e approvare al resto del Parlamento, perché la mostra fotografica su questa pagina nera della città presentata ieri a Montecitorio non può e non deve rimanere fine a se stessa.
Mi auguro pertanto – conclude Gioveni – che il sindaco De Luca al suo ritorno a palazzo Zanca metta fra i primi punti della sua agenda la convocazione di questo tavolo straordinario in cui siedano tutti i deputati nazionali messinesi, in particolare quelli delle forze di Governo, che si dovranno impegnare congiuntamente per il raggiungimento del più importante e storico obiettivo degli ultimi decenni per il quale l’intera città sarebbe infinitamente grata”.

(Foto Emanuele Villari)