I genitori di Dylan ringraziano la Curva Sud: “Cori e lo striscione ci hanno fatto sentire meno soli”

Riceviamo e pubblichiamo una missiva dei genitori del piccolo Dylan, che hanno sentito  l’affetto di tanti tifosi del Messina e di tutta la Curva Sud che, anche in questo caso, ha dimostrato che il tifo organizzato è spesso sinonimo di solidarietà.

“Trovare le parole giuste per esprimere la nostra gratitudine ai tifosi biancoscudati non è semplice. Ma calcare il prato del “San Filippo” e sentire l’affetto di un’intera città è stato a dir poco emozionante. Ne abbiamo passate tante, continuiamo giorno dopo giorno a lottare per Dylan, il nostro bimbo, ciò che di più prezioso abbiamo nella nostra vita, e sappiamo che ancora la strada è lunga. Ma con grande dignità, e soprattutto con amore, non abbiamo intenzione di arrenderci. Se oggi ci sentiamo meno soli è grazie a tantissime persone, messinesi e non, che ci stanno accanto e dimostrano quotidianamente grande solidarietà. Ed è doveroso da parte nostra ringraziare l’ACR Messina e soprattutto la Curva Sud e l’intera tifoseria giallorossa per l’affetto, il calore, la stima e la vicinanza. Sentire quei cori per il nostro Dylan e leggere quello striscione ci ha commosso enormemente. Ci ha fatto sentire meno soli. E questo grazie a voi. Ci siamo sentiti parte integrante di questa splendida realtà: la Curva Sud. Un gruppo di amici, prima che tifosi, che ci ha fatto sentire in famiglia. E senza la tifoseria organizzata, il calcio non avrebbe lo stesso sapore. Grazie di cuore.

Veronica, Daniele, Ambra e Dylan”

(Foto Emanuele Villari)