Primo obiettivo “Ospedali Dipinti” raggiunto, grazie anche alle scuole

Si è conclusa la donazione on line nella piattaforma Eppela.com per contribuire alla realizzazione di “Ospedali Dipinti” all’interno dei reparti pediatrici del Policlinico “Gaetano Martino” di Messina. Silvio Irilli, ideatore di questo fantastico progetto, ha già reso più accoglienti vari ospedali pediatrici in tutta Italia. Per un bimbo ricoverato in ospedale, trovarsi in un ambiente con delfini, tartarughe marine e altri personaggi che decorano le pareti, contribuirà sicuramente a rendere più gradevole il suo soggiorno. Allo scadere delle donazioni on line, si è raccolta la cifra di 13.345,00 euro che darà la possibilità di dipingere la sala d’attesa del Reparto NI, primo obiettivo dell’Associazione ABC, Amici dei Bimbi in Corsia, che giornalmente, tramite i volontari, contribuisce a rendere più piacevole il soggiorno dei bimbi, giocando con loro e raccontando le favole della buona notte.
Sono stati ben 142 i sostenitori che hanno contribuito al finanziamento di questo progetto, facendo raddoppiare la cifra dei primi 5.000 euro (raggiunta con largo anticipo) dalla società farmaceutica M.S.D. Tra i sostenitori che hanno contribuito al progetto, vi sono anche tre scuole, una in città e due della provincia. L’Istituto Comprensivo di Torregrotta diretto dalla prof.ssa Barbara Oteri (plessi dislocati a Torregrotta e Monforte San Giorgio), l’Istituto Comprensivo “Stefano D’Arrigo”, diretto dalla prof.ssa Laura Cappuccio (plessi a  Venetico, Fondachello e Roccavaldina) e l’I.I.S. “Verona Trento” di Messina diretto dalla prof.ssa Simonetta Di Prima, (plessi in Via Ugo Bassi e Viale Giostra), hanno effettuato una raccolta tra alunni e docenti, che ha fornito un importante contributo alla realizzazione del progetto. Le tre scuole avranno il loro nome impresso su una targa esposta al Policlinico di Messina. Nei prossimi giorni Silvio Irilli effettuerà un sopralluogo nel nosocomio messinese e successivamente inizierà i lavori. Si terrà una conferenza stampa per presentare il progetto e, considerato che per l’Associazione ABC questo è solo il primo step del percorso che si vuole intraprendere, non è escluso che ci siano ulteriori sorprese.