Punto nascita S. Agata Militello, la Uil chiede la rimozione del dg Paolo La Paglia

La notizia dell’invio di un commissario ad acta all’ospedale di Sant’Agata Militello se da un lato ci soddisfa, dall’altro ci preoccupa. L’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ha colto immediatamente il nostro grido di dolore per l’annunciata chiusura del Punto nascita dell’ospedale di Sant’Agata Militello,  questo ci rallegra, ma allo stesso tempo ci preoccupa perché è ormai acclarata l’inadeguatezza del direttore generale Paolo La Paglia, il quale a questo punto, essendo venuta meno la fiducia da parte dell’assessore Razza, andrebbe immediatamente rimosso”.

Lo affermano congiuntamente in una nota per la stampa Ivan Tripodi, Pippo Calapai e Mario Salvatore Macrì, rispettivamente segretario generale della Uil Messina, segretario provinciale e responsabile provinciale area medica della Uil-Fpl.

I sindacalisti poi aggiungono: “In decenni di attività sindacale non ci eravamo mai imbattuti nell’invio di un commissario ad acta mettendo all’angolo l’attuale direttore generale. E’ evidente che l’assessore Razza abbia compreso la gravità delle conseguenze derivanti dalla possibile chiusura del Punto nascita di Sant’Agata Militello, che copre un bacino ampio considerato l’aspetto orografico del territorio nebroideo. L’invio del commissario vogliamo sperare preceda la mancata chiusura del reparto che, a questo punto, qualcuno aveva deciso di chiudere all’insaputa dello stesso assessore regionale, dal momento che non vi sono ragioni per le quali il Punto nascita dovesse essere chiuso, considerata la posizione strategica nel contesto di un territorio vasto. Di questo dovrà rispondere anche il direttore sanitario di Presidio ospedaliero, la dott. ssa Paolina Reitano, la quale ha dato il via libera alla sospensione dei ricoveri. Nonostante l’intervento dell’assessore regionale, la nostra attività per la salvaguardia del Punto nascita non si ferma, fino a quando non vi sarà la certezza assoluta che la vicenda si concluda positivamente. A tal proposito annunciamo che è stata richiesta la convocazione urgente alla VI Commissione regionale Sanità, mentre a breve sarà presentato ufficialmente il comitato civico a tutela del Punto nascita dell’ospedale di Sant’Agata Militello”.